OSA solidale con IppocrateOrg

L’Associazione O.S.A. (Operatori Sicurezza Associati) esprime la sua piena solidarietà al Movimento IppocrateOrg, al momento sotto bieco e immotivato attacco mediatico.

IppocrateOrg è composto da medici che, fin dall’inizio della diffusione del Covid-19, hanno gratuitamente curato e salvato decine di migliaia di persone.

Molte di queste persone sono state abbandonate dai propri medici di famiglia, indegni e impauriti, che non si sono fatti trovare, che non hanno risposto al telefono oppure che, senza visitare il paziente, hanno prescritto indiscriminatamente il famigerato protocollo del Ministero della Salute: “Paracetamolo (Tachipirina) e vigile attesa”.

Protocollo killer che è tuttora in vigore, sostenuto dal Ministero della Salute, dall’Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco) e dalla Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (FNOMCeO).

Mai, nella storia dell’umanità, si è curata una patologia dichiarata gravissima, aspettando.
Aspettando che il paziente si aggravi, per poi ricoverarlo. E poi intubarlo e a volte perderlo.

L’illogicità di un protocollo del genere è sotto gli occhi di tutti!

E, agli occhi di molti, questa scelta scellerata sottende interessi occulti, nel forzare volutamente l’aggravamento della situazione sanitaria; in modo tale da dichiarare un evitabilissimo stato di emergenza prolungato, in cui i diritti umani e costituzionali dei cittadini vengono ripetutamente calpestati.

Invece il Movimento IppocrateOrg (link), forte dell’abnegazione e dell’esperienza di medici rispettosi del giuramento fatto, competenti, coraggiosi e dal gran cuore, è stato ed è tuttora, un faro nel buio della notte sanitaria.

E tutto ciò, nonostante le fortissime pressioni e i richiami dagli Ordini dei Medici, fino alla radiazione di alcuni membri.

Questi medici hanno tutta la stima e la solidarietà del direttivo e di tutti i soci di O.S.A.

E siamo sicuri che abbiano anche la gratitudine di ciascuna delle decine di migliaia di persone che hanno curato.

(Chi volesse può esprimere gratitudine, stima e solidarietà con un commento qui sotto)

13 pensieri riguardo “OSA solidale con IppocrateOrg

  • 14 Ottobre 2021 in 0:15
    Permalink

    Spero che sempre più’ associazioni non solo questa dei nostri eroi medici e infermieri (che ricordiamolo: curarono migliaia di persone anche a rischio della propria incolumità’ disobbedendo all’assurdo protocollo sanitario imposto dal M. Della sanità’! E che da eroi, sono diventati indegni della professione medica a tal punto da sospenderli, perché’ colpevoli di aver curato e salvato migliaia di concittadini! ) ma anche tutte le altre, costituite in Difesa del diritto della sacrosanta Costituzione Italiana e della sua libertà’ democratica , si uniscano, per ricomporre, come tessere di un mosaico, l’Italia intera! Auspico, che tutti insieme, si possa lottare per ripristinare uno stato di diritto e non di autoritarismo insensato. Io, come socia O.S.A. Sono orgogliosa di affiancare professionisti dediti alla cura dell’uomo con passione e dedizione, la stessa che nutre i nostri giorni lavorativi: quella di essere utile di aiuto agli altri concittadini. No discriminazioni, si al diritto al lavoro e al diritto di scelta per la propria salute.

    Rispondi
    • 14 Ottobre 2021 in 13:33
      Permalink

      Piena solidarietà, da veterinario mi sono espresso fin dall’inizio contro ogni singola decisione presa da questo governo e, soprattutto, dal precedente, reo di diffusione volontaria di malattia infettiva e strage, questa imputazione vale per entrambi.
      La deriva totalitaria, iniziata col governo monti, è oggi al suo apice, avendo come attore principale quel banchiere affarista da cui tutto è partito.
      È necessario essere uniti e ripudiare ogni forma di costrizione ed eliminazione dei nostri sacrosanti diritti, senza se e senza ma, sapendo, purtroppo, di non poter contare sulla magistratura

  • 14 Ottobre 2021 in 3:50
    Permalink

    L’unione fa la forza, contro le menzogne del Palazzo e dei loro servi del mainstream, con onestà intellettuale e amore per il popolo.

    Rispondi
  • 14 Ottobre 2021 in 6:13
    Permalink

    Assolutamente d’accordo con quanto esplicitato da O.S.A. Italia. Nel 2020 si sono verificate molte cose gravissime e molti operatori sanitarii hanno venduto la propria anima invece di disobbedire in massa. “L’obbedienza non è più una virtù”, disse un prete…

    Rispondi
  • 14 Ottobre 2021 in 9:57
    Permalink

    Mio marito ed io, 3 parenti, qualche conoscente, siamo stati curati in telemedicina dai medici della assistenza (Assistenza 999) di ippocrateOrg. In solo un caso, il medico di base di un mio famigliare, ha collaborato con il medico di ippocrateOrg, un sostegno importante che fa sentire il paziente al sicuro, seguito. In altri casi, beh, un medico di base che per ad un 53enne positivo, con 4 giorni di tosse incessante, non da’ nemmeno indicazione di procurarsi saturimetro, beh, ovvio che nemmeno ci si pensa a chiederne collaborazione. Eppure i medici di ippocrateOrg tentano, spesso con porte in faccia. Non sono un medico io. Ma faccio parte della associazione dalla sua nascita, e se i dati dicono che abbiano curato miglaia di persone, con soli 10 decessi, beh, ci credo. Se sia perchè le cure le danno subito (o se non altro quando il paziente li contatta), o se sia perchè usano farmaci più adeguati rispetto ai protocolli ufficiali, beh io non lo so. Ma i numeri sono numeri, e il fondatore Mauro Rango ha pubblicamente invitato a venire a controllarli! La mortalità dei pazienti curati da ippocrate è bassa, più bassa di quella della media nazionale. Perchè? Non vi va di capirlo? Forse mentono? sono fortunati? quale risposta razionale si danno, coloro che restano scettici o addirittura li chiamano GURU noVAX o stregoni? Vergogna.

    Rispondi
  • 14 Ottobre 2021 in 10:17
    Permalink

    Grazie O.S.A.!
    IppocrateOrg non ha nulla da temere. Chi opera con il cuore e nella Verità può solo camminare a testa alta e senza paure. L’associazione ha sempre lavorato (gratuitamente!!!!!) nel rispetto del malato e in silenzio, senza clamori, senza pubblicità, per la sua elevata vocazione ippocratica. I numeri dei guariti parlano chiaro, non lasciano adito a dubbi o ad equivoci. Ma né le istituzioni né i giornalisti vogliono andare a verificare. Chissà come mai?!
    La realtà parla per tutti!!!!!!

    Rispondi
  • 14 Ottobre 2021 in 10:32
    Permalink

    Sono una delle oltre 60000 persone curate, non abbandonate dall’infame protocollo della vigile attesa e paracetamolo. Ringrazio di cuore tutti i medici che non hanno reso il loro giuramento carta straccia e sarò sempre al loro fianco per difendere i diritti che la nostra sacrosanta costituzione ha sancito. Diritti che oramai sono stati non solo calpestati ma cancellati in preda a una isteria collettiva.

    Rispondi
  • 14 Ottobre 2021 in 10:33
    Permalink

    Vorrei sottolineare che il gruppo di IppocrateOrg è costituito da medici volontari che hanno diverse specializzazioni e offrono, a titolo gratuito, il loro supporto ai malati di Covid-19 che non trovano sostegno nelle istituzioni sanitarie. E questo come attività aggiuntiva rispetto alla loro abituale attività professionale: il loro tempo libero è dedicato a questa missione sottraendolo, spesso, anche al sonno! ONORE a questi Medici che uniscono alla loro professionalità anche tanto, tanto cuore!

    Rispondi
  • 14 Ottobre 2021 in 11:01
    Permalink

    Desidero esprimere a titolo personale e come socio O.S.A. il mio sincero e convinto apprezzamento alla Ippocrate.org ed ai professionisti che collaborano con essa per il grande impegno profuso tra un mare di difficoltà. Ho letto le loro pubblicazioni e seguito con attenzione il loro percorso che, a mio avviso, merita la massima attenzione e la stima di tutti poiché per curare dal Covid-19 non può e non deve esistere solo il vaccino. Questa sarebbe una rovinosa sconfitta per la medicina. E’ pertanto disonesto denigrare chi, con cognizione di causa, cerca e trova soluzioni tempestive e differenti dall’unica via sin qui proposta in modo martellante da chi, tra l’altro, non il coraggio di imporre un obbligo. Al riguardo, mi sento di ricordare e di rivolgere un pensiero al compianto dott. De Donno e a quei professionisti ai quali viene materialmente impedito di curare con metodi alternativi. Grazie.

    Rispondi
  • 14 Ottobre 2021 in 15:30
    Permalink

    Non temete, la verità prima o poi verrà a galla . Vi chiedo di continuare la vostra attività con coscienza e devozione e di rallegrarvi dei sorrisi delle persone da voi guarite . È tutto andrà bene

    Rispondi
  • 14 Ottobre 2021 in 15:32
    Permalink

    Piena solidarietà . Resistenza e solidarietà . Le parole d’ordine di questi giorni . Grazie a voi per ciò che fate ogni giorno .

    Rispondi
  • 17 Ottobre 2021 in 21:40
    Permalink

    Vi do piena soliedarieta’,sono sconcertato da come sta andando in questa Italia e mi dispiace che troppa gente ormai abbia ceduto a questo regime e purtroppo chi lotta per non vaccinarsi o solo per non dover pagare per andare a lavorare sia additato come un delinquente
    continuate cosi,GRAZIE

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

css.php